Come rassodare i glutei? Ecco come fare.

Come rassodare i glutei? Sogni un lato B perfetto che si avvicini anche solo lontanamente a quello di alcune celebrities, ma non hai la più pallida idea di come rassodare i glutei? Niente paura, siamo qui per aiutarti nel tuo progetto di restyling del fondoschiena.

come rassodare i glutei Per avere glutei scolpiti e rotondetti il primo passo da compiere non è uccidersi di esercizi mirati bensì curare l’alimentazione e abbinarla alla giusta attività fisica che deve contemplare sia un’attività aerobica che una anaerobica, in quanto solo così riuscirai ad ottenere risultati quantomeno soddisfacenti.

A livello alimentare dovrai fare qualche piccola rinuncia preferendo un’alimentazione poco grassa e ricca invece di proteine che sono necessarie per favorire lo sviluppo della massa muscolare. I cibi fritti e zuccherosi e le bibite gasate o alcoliche sono invece un tabù poiché tendono ad accumularsi velocemente sotto forma di cellule adipose su cosce, glutei e fianchi, pertanto dimenticali!

Passiamo ora all’attività aerobica. Tra i migliori sport per scolpire il fondoschiena, la medaglia d’oro spetta probabilmente al pattinaggio seguito poi dal ciclismo, dalla kick boxing, dalla danza e tanti altri, insomma tutti sport che sollecitano notevolmente i glutei favorendone il cosiddetto “rialzamento”. I balli più indicati per rassodare il lato B sono quelli caraibici e nello specifico la Rumba.

Vediamo ora come rassodare i glutei con l’attività anaerobica.

Tra i migliori esercizi mirati per far lavorare correttamente i muscoli del fondoschiena spiccano gli affondi, lo squat con o senza pesi, lo step up, il ponte a terra e naturalmente gli slanci laterali, posteriori, a 90°, ecc. Per ottenere buoni risultati è importante eseguire questi esercizi, in casa o in palestra, in serie almeno 3 volte la settimana, mentre per ottimizzarne i benefici è bene, col passare del tempo, diminuire le ripetizioni e incrementare la resistenza sfruttando l’aggiunta di alcuni attrezzi come i bilancieri, i kettlebell o i manubri. In sostanza fare 10 squat con kettlebell, dunque al massimo della resistenza, apporta maggiori risultati rispetto a 60 squat a corpo libero.

Se non hai modo di frequentare sempre la palestra o non riesci comunque a trovare il tempo per allenarti, esistono alcuni piccoli trucchetti che ti aiuteranno a far lavorare i glutei durante la giornata. Quali? Beh senza dubbio camminare il più possibile a passo spedito stringendo i glutei, oppure rinunciare all’ascensore per fare le scale, magari due per volta. Se ti stai chiedendo come rassodare i glutei durante il lavoro o mentre fai le faccende domestiche, il metodo più semplice è uno solo, cioè stringere le natiche sforzandoti di curare la postura e la respirazione.

Infine, se quanto detto finora non dovesse bastarti e volessi provare qualche altra tecnica per scolpire i tuoi glutei, il consiglio è optare per i massaggi snellenti e i getti d’acqua fredda, che naturalmente non fanno miracoli ma aiutano se associati a una corretta alimentazione e alla giusta costanza nella dieta e nello sport.

Ora che sai come rassodare i glutei, non ti resta che mettere in pratica i consigli ricevuti. Buona fortuna!

Lascia un commento